DENTI FISSI IN GIORNATA? POSSIBILE MA NON PER TUTTI

Senza dubbio un argomento affascinante: liberarsi della protesi mobile o dei denti naturali residui sostituendoli con una nuova dentatura stabile, funzionale ed esteticamente piacevole può essere il sogno di chi, da anni, convive con una situazione masticatoria non ideale.

Tuttavia è necessario avere le idee chiare.

Grazie agli enormi progressi della Odontoiatria (e della Implantologia in particolare) un numero sempre maggiore di persone evita di ricorrere alla protesi removibile.

In origine il protocollo implantare standard prevedeva il posizionamento dell’impianto, successivamente una attesa variabile tra i 40 e i 60 giorni per consentire la integrazione dell’impianto nell’osso ed infine la presa dell’impronta ed il confezionamento del manufatto protesico.

La ricerca scientifica e la richiesta dei pazienti di accorciare i tempi hanno portato alla messa a punto di un protocollo chiamato “carico immediato”: secondo questo protocollo si possono caricare, cioè utilizzare, gli impianti il giorno stesso in cui sono stati posizionati senza aspettare l’osteointegrazione che avverrà mentre il paziente mastica con la protesi sostenuta dagli stessi impianti.

Affascinante. Tutti i pazienti possono utilizzare il protocollo del carico immediato?

Teoricamente si, ma trattandosi di una tecnica che prevede di sottoporre da subito gli impianti alle forze di masticazione ogni caso deve essere attentamente valutato: la qualità e la quantità dell’osso, la conformazione scheletrica e la relazione esistente tra mascellare superiore e mandibola, le abitudini del paziente (fumo di sigaretta, capacità di mantenere una igiene orale ottimale, ecc.) 

Condividi o invia ad un amico

Visualizza tutte le News